Durante la quarantena, abbiamo chiesto a dieci ragazzi e ragazze da tutto il mondo "Cosa vedi dalla tua finestra?".

Ecco le loro foto e le loro riflessioni.

 

1. Mariana, Messico City

Messico City al tramonto. Mi piace questo momento che non è né giorno né notte. Tutto il mondo sembra stare sospeso in questo "momento nel mezzo", vero? La quarantena ci ha intrappolato in un tempo che non sembra un giorno o un mese in particolare. Io e la mia cagnolina, Catalina, guardiamo insieme le ultime tracce di giallo in cielo. 

Mariana, Mexico City
 

 

 

2. Liza, Vienna

Questa vista è stata l'unica cosa per cui ho esitato a prendere in affitto questo appartamento due anni fa. La mancanza di verde è il modo più sicuro per rovinare i miei sogni sull'abitazione ideale. Tuttavia ho preso questo appartamento e mi piace vivere qui. Anche se questo non vuol dire che tenessi a stare qui 24 ore al giorno per 7 giorni la settimana per le ultime sette settimane. Un orizzonte diverso, più rigoglioso, sicuramente mi avrebbe aiutata a migliorare il mio umore. 

Liza, Vienna

 

 

3. Patrik, Londra

Vedo l'esatto punto dove The Shard tocca le nuvole che passano. Sono a Londra, in un appartamento dotato di una grande terrazza, circondato da parchi. Sto vivendo una tranquilla vacanza pagata dal governo. Ogni tanto mi sento sulle montagne russe delle emozioni ma le cinture mi tengono al sicuro. 

Patrik, Londra

 

 

4. Reni, Budapest

Rete sulla finestra. Che cosa potrebbe illustrare meglio la sensazione del lockdown? E tuttavia, fuori vedo fiori bellissimi e sole. Il potere delle piccole cose della vita rallegra la mia anima e rende le mie giornate più sopportabili.

Reni, Budapest

 

 

5. Diana, Kyiv

Dalla mia finestra vedo 
...un albero.
Niente speciale, o nuovo, solo un albero.
Alcuni mesi fa era nudo e spaventato.
Alcuni mesi fa non lo sapeva:
avrebbe potuto svegliarsi
quest'anno?
avrebbe potuto fiorire con passione
quest'anno?
sarebbe stato forte abbastanza
per restare saldo?
Per respirare? Per essere?
Però, lo è stato.
Ed oggi è. 
Il mio albero
sicuramente ci sarà.

Diana, Kyiv

 

 

6. Mirco, Berga, Catalonia, Spagna 

Tre mesi fa, quando ancora nessuno, me incluso, prendeva sul serio la storia del virus sentii di dover prender casa solo, piantare fiori e fragole in balcone e fare amicizia col cane della vicina. A volte penso che dentro abbiamo una bussola e che la seguiamo senza rendercene conto.

Mirco, Berga, Catalonia, Spagna

 

 

7. Lukasz, Bratislava 

Dalla mia finestra vedo un frammento del mondo che è stato salvato per la prima volta grazie allo stare a casa. Non sarà così facile con il cambiamento climatico.

Lukasz, Bratislava

 

 

8. Anete, Sigulda, Lettonia 

La vista è bellissima dalla mia finestra ma quando il mio sguardo torna in camera, tutto ciò che vedo è un puzzle di 1500 pezzi e una chiamata Zoom, bloccata. Vedo bigliettini per passare un esame online e un libro intitolato "Come non dare fastidio ai tuoi cari".

Anete, Sigulda (Latvia)

 

 

9. Sopiko, village Chabukiani (Georgia) 

La quarantena è migliore con la vista delle montagne del Caucaso.

Sopiko, village Sapoukiani (Georgia)

 

 

10. Viki, La Laguna (Tenerife, Spagna)

 Sono fortunata perché vedo colori dal mio balcone, anche nei giorni più scuri. Da questo balcone pieno di colori godo dei pochi giorni di sole; qui per gran parte della quarantena è piovuto. A questo balcone continuiamo ad aspettare di vedere le strade di nuovo affollate e le persone tornare a prendere i mezzi pubblici.

Viki, La Laguna (Tenerife, Spagna)