“La tragedia non è morire ma dimenticare”: l’Associazione “La Saletta dei Ricordi” racconta il tragico incidente aereo avvenuto il 13 febbraio 1955 nella montagna di Cantalice in cui perse la vita Marcella Mariani, Miss Italia 1953, e altre 28 persone tra equipaggio e passeggeri 

 

Su un eremo da cui si può ammirare la piana reatina, all’interno della chiesa del 1150 di San Gregorio Magno nella frazione di Civitella, a Cantalice, c’è la Saletta dei Ricordi. Una mostra-museo permanente costituita da cinque sale, che racconta il tragico incidente avvenuto presso la Costa dei Cavalli del Terminillo, passato alla storia come la “Superga reatina”. È il 13 febbraio 1955 alle 19.53 quando il DC-6B della compagnia aerea belga Sabena, partito da Bruxelles con scalo a Ciampino e diretto a Leopoldville in Congo, a causa del maltempo e altri problemi tecnici, si schianta a 500 km/h nella montagna di Cantalice. 

Nell’impatto restano coinvolte 29 persone tra equipaggio e passeggeri. Tra questi, Gloria Guerrieri, fondatrice dell’Actors’ Studio di Roma, Yvonne Poncelet, presidente di un’importante organizzazione umanitaria e i fratellini Pierre e Christiane, che la “Fontana della vita” eretta nel giardino che circonda la chiesa, ritrae con la madre nello scatto fotografico prima della partenza, mentre salutano i parenti e si apprestano a salire sull’aereo del loro ultimo viaggio. Da un foro fatto appositamente nel profilo altimetrico del Terminillo ubicato sopra la fontana, basta porgere l’occhio per vedere il punto esatto in cui è avvenuto l’incidente: un boschetto di conifere in cui è stato posto un cippo commemorativo e dove dopo otto giorni di ricerche a vuoto, un aereo ricognitore proveniente da Milano ha scorto l’ala posteriore del velivolo, unica parte non coperta dalla neve.

Tra i passeggeri c’era anche Marcella Mariani, Miss Italia 1953 e protagonista di importanti film italiani degli anni ‘50, di ritorno da una rassegna cinematografica a cui aveva partecipato al posto di Sophia Loren. L’attrice partenopea, infatti, presa da un’angoscia incontenibile la sera prima della partenza, decise di rinunciare al viaggio, ansia premonitrice che inconsapevolmente le salvò la vita. È proprio a Marcella Mariani, rinominata “la Miss nel ghiaccio” e ritrovata sotto metri di neve con gli occhi verdi spalancati e una mano stretta a pugno vicino alla testa, che è dedicata una delle cinque sale del museo. Se ne possono ammirare le lettere dei fan, alcuni oggetti personali e la riproduzione fedele dell’abito indossato il giorno dell’incoronazione per il celebre concorso di bellezza nazionale. 

 

 

La Saletta dei Ricordi è nata dall’idea di Antonio Tavani, Presidente onorario e fondatore dell’Associazione inaugurata nel 2014 dall’Ambasciatore del Belgio Vincent Mertens de Wilmars, e dal suo sogno di bambino: grazie alla canzone di un cantastorie degli anni ’60, che secondo la moda dell’epoca aveva raccontato l’incidente, venne a conoscenza di questa storia e si incamminò da casa per raggiungere il luogo dell’impatto. Una storia di cui Antonio non si è mai dimenticato crescendo e di cui attraverso continue ricerche e il reperimento di oggetti dell’epoca, vuole mantenere vivo il ricordo. Tra quelli più suggestivi esposti c’è il contenitore che custodiva la scatola nera ma anche la ruota direzionale dell’aeromobile, ritrovata dopo una serie di fortunate coincidenze e gli sci di uno dei tanti volontari, che commossi dalla terribile storia, si mossero a piedi da Leonessa e Cantalice per aiutare i soccorritori a ritrovare i corpi delle vittime. 
 

Da sinistra: Il segretario Alfredo Serva, l'ideatore Antonio Tavani, Alessandra Marchioni e uno dei soci Sante D' Arcangelo

 

Oggi l’Associazione La saletta dei Ricordi, oltre che da Tavani, è gestita dal Presidente Bruno Targusi, il Vice Presidente Sandro Ciogli, il Direttore Enrico Di Sisto, il Segretario Alfredo Serva, il Tesoriere Ermanno Alvisini e dagli altri componenti del Comitato.

Immediato è il collegamento con l’incidente del 1949 in cui persero la vita 31 persone tra giocatori, tecnici, giornalisti del Gran Torino ed equipaggio. L’aereo partito da Barcellona e diretto all’aeroporto di Torino-Aeritalia, si schiantò nella collina di Superga a causa di condizioni metereologiche avverse. Per la somiglianza tra le due tragedie, è stato fatto un gemellaggio tra la città di Torino e Cantalice e all’interno della Saletta dei Ricordi è stata allestita una stanza in ricordo del Gran Torino, inaugurata nel 2019 dall’ambasciatore del Congo Sambassi Khakessa Fidèle. Inoltre, l’8 maggio 2017 nella Basilica di Superga è stato inaugurato un totem commemorativo sulla sciagura aerea del Terminillo in presenza del Presidente del Torino calcio Antonio Comi, l’allora sindaco di Rieti Petrangeli, il Presidente del Comitato Saletta dei Ricordi Antonio Tavani, i rappresentanti dei Comuni do Cantalice, Cantalice e Leonessa ed altre importanti personalità. 

Il 21 febbraio 1955 dall’ospedale vecchio di Rieti dove venne fatto il riconoscimento dei cadaveri da parte del dottor Domenico Dionisi, le bare vennero esposte davanti all’attigua chiesa di Sant’Antonio Abbate e trasportate fino alla Cattedrale di Santa Maria per i funerali, seguite da un corteo di persone locali e provenienti da tutte le parte del mondo, riunite in cordoglio. Dai balconi cittadini malgrado il freddo di quel febbraio, vennero sorprendentemente lanciate delle rose, secondo quanto raccontano dalle cronache dell’epoca; le stesse rose che simbolicamente adornano il cancello di accesso della sede della Saletta dei Ricordi. Dopo i funerali, Marcella Mariani venne sepolta al cimitero del Verano con indosso un vestito da sposa fatto appositamente da una nota sarta reatina per evocare le mancate nozze con l’attore Enio Girolami, il quale l’aspettava invano a Roma per San Valentino. È qui che riposa in pace la “Miss nel ghiaccio” con quei suoi occhi verdi sbarrati che hanno immortalato per sempre la sua breve vita e che ancora oggi evocano questa tragica storia locale.

Pagina Facebook:   https://www.facebook.com/SalettadeiRicordi/
Sito web: https://www.salettadeiricordi.com/
Video Archivio storico Luce: https://www.youtube.com/watch?v=tH0Gk4_f4Ao